13 febbraio

Oggi è l’ultimo giorno di Carnevale. Oggi ultima sfilata, ultime feste ecc ecc anche se la pioggia ha convinto l’Amministrazione a spostare tutto a sabato. Non sono mai stata d’accordo con questo genere di decisioni anche se mi rendo conto che per chi ha lavorato, per i biglietti venduti e per i commercianti saltare un appuntamento diventa difficile da digerire. Oggi, quindi, un triste ultimo giorno di Carnevale, con la pioggia che scende fitta e l’aria densa che non ti spingono certo a esser felici. Continua a leggere

Annunci

Sole vento pioggia

La settimana scorsa è iniziata con il meteo che portava neve per oggi; col trascorrere dei giorni si è passati dalla neve all’acqua ma stamattina per fortuna c’era il sole.

Facciamo un giro veloce che per le 11 piove” ha detto qualcuno. Un saggio. Ma come sempre i consigli dei saggi non vengono ascoltati e ci siamo ritrovati a rientrare sotto l’acqua. Ora, ovviamente, splende il sole. La cosa peggiore, per quanto mi riguarda, è stato il vento che si è alzato rendendo faticosissima persino la pianura. Continua a leggere

MTB

Con un ritardo di sole 48 ore, ecco che finalmente riesco a scrivere qualcosa.

Domenica al solito giro in bici. Dopo un paio di uscite con poco sterrato, ci siamo decisamente rifatti, con 35 km di fango e pozzanghere, di pietre allegramente scivolose e melma che schizzava da tutte le parti al girare delle ruote. La differenza si è sentita ma mi son divertita! Sono anche piuttosto contenta: sono stata un po’ più in sella, sono riuscita a non fermarmi in tratti per me complicati e anche alla Grotta del Sapone son riuscita ad evitare la passeggiata accanto alla bici! Son soddisfazioni.

Certo il gruppo ci ha un po’ traditi e ci siamo ritrovati di fronte ad una scelta fatta da altri; ma in fondo l’importante è star bene, e questo vale per tutti.

WhatsApp Image 2018-01-14 at 12.33.54

Postando foto e scrivendo allegramente, continuo a pormi una domanda; una domanda di quelle serie, senza risposta, che ti portano a riflettere senza condurti ad una soluzione…. ma perché tutti con il casco sembrano normali e io assomiglio ad un fungo???

Tra foto pioggia e vento

Bello essere in ferie e riuscire a prendere la bici anche in settimana!!!

Giro soft ma quasi tutto sterrato, vento forte, che quando tagliava la bici di lato rischiava davvero di mandarti sui muretti; arietta frizzante. Sul ritorno per non farci mancare nulla abbiamo anche preso un po’ di pioggia, ma non dove si corre o si va tranquilli, ma nel tratto peggiore, quello dove si scivola allegramente sui sassi già quando sono asciutti, quello che non ho ancora visto fare a nessuno tutto in sella. Che bello!! Se a ciò ci aggiungiamo che il tratto successivo è anche molto frequentato da ruminanti che digeriscono allegramente tra gli alberi, tra acqua, fango e escrementi… una meraviglia!🙃 Continua a leggere

Domenica di incontri

Stamattina proprio non riuscivo a svegliarmi… Il letto caldo, l’idea di non dover andare a lavoro, il profumo della domenica… Ma domenica vuol dire bici, quindi….

Aprire la porta di casa e sentire il freddo che ti assale… ogni volta mi chiedo Ma chi te lo fa fare? Ormai è diventata quasi una formula magica, in effetti, anche perché una domenica senza bici non riuscirei quasi ad immaginarla!!! Continua a leggere

Domenica su due ruote

Ormai domenica per me vuol dire uscire in bici.

Stamattina non è suonata la sveglia, corsa contro il tempo per vestire le bimbe e poi in strada, con il sedere ancora dolorante dalle ultime due uscite! Oggi pantaloncino nuovo…in effetti la differenza l’ho sentita!

Bellissima giornata, cielo limpido, neanche una nuvola e un meraviglioso sole che si prende gioco di te illudendoti che faccia caldo, invece…. due gradi! Gelo ovunque, ruote che scricchiolavano sull’asfalto e dita delle mani quasi congelate.

Asfalto e strade bianche, con qualche pozzanghera da guadare. Ne abbiamo trovata una bella grossa e, sfortunatamente, bella profonda. In questi casi speri sempre di riuscire ad arrivare incolume e asciutto dall’altro lato…oggi uno di noi non ce l’ha fatta. La pozzanghera era profonda, non si vedeva nulla, un fosso probabilmente, la ruota che sbanda e… splash il piede a terra con l’acqua sin sopra la caviglia. Anzi, i piedi. Non l’ho invidiato, con il freddo di oggi.

Giro tranquillo, fin troppo forse, con i soliti due o tre dietro front per strada errata. Facciamo una foto prima di perdere qualcuno, anzi, di certo oggi non ci perdiamo, ho pensato, e… su dieci siamo arrivati in tre! Poi a gironzolare intorno alla rotonda aspettando gli altri, a sembrare un po’ pazzi un po’ animali in gabbia!

 

Tra pozzanghere, risate e salite

Dato il giorno di festa, qualche ora alla bici andava dedicata! Appuntamento al solito orario, bardata che sembrava dovessi andare al Polo – e tutto sommato viva l’abbigliamento termico! – e con le bollicine di ieri sera ancora da smaltire. Non mi sentivo al 100% ma in fondo è andata meglio del previsto, anche se il fondello va urgentemente e necessariamente cambiato- e non solo il mio!

Per fortuna questa settimana non ha piovuto ma le strade di campagna ancora sono gremite di pozzanghere e di deliziosa e scivolosissima fanghiglia! Anzi, passando per le masserie, quell’inconfondibile odore di natura, mi ricorda ogni volta che non si tratta di solo fango… che si fa? Nulla. Bocca ben chiusa e si cerca di non farsi schizzare!

E dopo il giro, come si conviene, capatina al bar. Prima però, foto di gruppo. Scusi, signora, ci scatta una foto? Camminava…. “Perdo il ritmo...” silenzio….”ok, ma non sono brava… ecco, ne ho fatte alcune” …e arriva la battuta “Può tenersi il telefono per il disturbo” … occhiata di sufficienza “No grazie, ho già il mio“. E ci avesse almeno fatti      entrare tutti, in foto!

Dopo questa ventata di simpatia, caffè e casa! Ci si rivede domenica!

 

2016

La prima pagina dell’anno…

Per prima cosa… Buon Anno! A questo punto ci starebbe l’elenco dettagliato dei buoni auspici e degli auguri, ma possiamo anche saltare questo step dato che sono certa che ogni anno porta con se novità piacevoli e tristi non me lo aspettavo, bellissime giornate e giorni da dimenticare, momenti nei quali hai l’impressione di avere tutto e altri durante i quali ti senti un niente…quindi semplicemente Buon Anno!

Cos’hai fatto ieri? Domanda d’obbligo, oggi, come ieri era quasi obbligatorio chiedere “Che fai stasera?” e quindi…cosa abbiamo fatto noi? Abbiamo trascorso una bellissima serata in compagnia di vecchi amici, abbiamo sofferto il freddo e bevuto birra, abbiamo mangiato pasta al forno riscaldata e lenticchie gelate a mezzanotte, abbiamo riso e ricordato i bei vecchi tempi, abbiamo acceso fontanine e sbriciolato cartoni, abbiamo brindato senza sapere se era il momento giusto, abbiamo ballato e cantato Pollon combina guai, ci siamo semplicemente divertiti tantissimo!

Grazie a tutti per la magnifica serata!!!!

Buon Anno Nuovo!