Lungo ponte 2

Pioggia pioggia pioggia, anche durante il viaggio di ritorno.

Cosa mi è mancato in questi giorni? Sono sincera, due cose:

  • Il mio letto (quello dell’albergo era così duro, ma così duro, che il primo giorno mi sono svegliata con il braccio e il fianco doloranti effetto ematoma!
  • La bici 🚲 . Un lungo weekend… sarei uscita 3 volte, penso. E continuavo a ricevere foto degli altri su due ruote… che gente insensibile!

Al di là di questi due aspetti, la vacanza è andata bene!

Venerdì Italia in Miniatura. Anche lì siamo stati colti dal l’acquazzone e ho scoperto l’incredibile versatilità degli asciugamani elettrici in bagno, fantastici per pantaloni, scarpe, calzini e… bambini!

Il giro è stato piacevole ma oggettivamente troppo cara! Ok le miniature, la manutenzione eccetera, ma continuo a credere che 80€ due adulti e due bambini sia spropositato!

Sabato, dulcis in fundo, Mirabilandia. “Con questo tempo non ci sarà nessuno” pensavamo, ingenui. Mezz’ora di coda solo per fare i biglietti, e ho detto tutto.

Mauro alla seconda giostra era già sclerato, immaginava ingressi veloci, zero file e magari anche tappeti rossi che ci invitassero a procedere… ad un certo punto era così infuriato/arrabbiato/impazzito che lo si poteva confondere per le attrazioni di Halloween 🎃! Faceva un po’ più paura, però.

Io mi sono divertita! Come i bambini. Senza tappette avrei fatto qualcosa di più avventuroso, sarei rimasta sino alle 22, per vedere gli spettacoli di Halloween, avrei scelto altre giostre, ma è andata benissimo così, sarà la prossima volta. La prossima volta, però, giuro che il marito non me lo porto!!

Annunci

Il lungo ponte 1

Ebbene sì, anche questa avventura è giunta al termine! Per questo lungo ponte l’idea è stata pensiamo ai bimbi, il che vuol dire parchi, giostre e roba simile.

Si parte, non si parte, si parte, non si parte … fino all’ultimo sembrava ci dovessimo affidare ad una margheritina; ma alla fine abbiamo deciso di sfidare la sorte, o meglio le previsioni meteo. Chi ha vinto? Pareggio, direi, dato che abbiamo girato sempre con impermeabili e ombrelli ma siamo riusciti a fare più del previsto!

Giovedì Gradara. Castello davvero bellissimo (e al coperto, che non è stato male!), persino arredato. Brava anche la guida ad intrattenere i bimbi! Ho scoperto che lì sono morti Paolo e Francesca, e da quel momento, lo ammetto, la visita ha preso un’altra piega! È stato un tuffo nella storia passata e presente (mi ha colpito pensarlo residenza privata sino al 1983) e nella letteratura, davvero piacevole!

Nel pomeriggio siamo stati a San Marino. Fuori programma, ma aveva smesso di piovere quindi peccato sprecare il pomeriggio! C’ero già stata ma questa volta mi è piaciuto un sacco! Abbiamo girovagato senza mete particolari, per strade poco battute. Non c’erano troppo turisti, e nonostante la mia continua paura che Cristina si lanciasse da qualche parapetto, abbiamo trascorso una inattesa e bellissima giornata.

Un giorno insieme

Era questo il titolo del gruppo e questo resta il titolo anche di questa pagina. Che giornata!

Era nata da un’idea banale: trascorrere un po’ di tempo insieme, trovarsi a ridere e scherzare come tanti anni fa, quando aspettavamo il 26 dicembre per scambiaci gli auguri, per raccontarci in sintesi un anno di esperienze, per ricordarci che ancora una volta non avremmo visto le Propaggini (chissà se poi ci saremmo andati per davvero, se fossimo stati liberi). E’ iniziata così: mamma offre a sua insaputa la location e poi prepariamo tutto noi, i nipoti, quei bambini che una volta che avevano il tavolo (di legno e traballante) vicino alla finestra e che ora sono diventati grandi e possono dimostrarlo. Poi il numero è cresciuto, qualcuno ha offerto la propria casa e…è fatta!

Bellissimo ritrovarsi davanti ad una birra (si, T, forse una pinta sarebbe stata meglio!) per decidere i dettaglia, ma soprattutto bellissimo ritrovarsi! Perché abbiamo bisogno di una scusa per mollare tutto e incontrarci in un posto qualsiasi a discutere di tutto e di nulla?

Intercettare gli sguardi dei nostri genitori quando increduli entravano, mi ha colmato di gioia: ce l’abbiamo fatta, la sorpresa è riuscita! Tutti bravi, tutti promossi, persino quelli sotto i 10 anni hanno evitato di demolire casa… e io già mi vedevo Cristina che si arrampicava e tipo Tarzan si lanciava dai gradini! Meravigliosa la mia piccina; e meravigliose le tante microbabysitter che la coccolavano!

Una giornata riuscita, nonostante i tanti avanzi che, da buoni meridionali, ci siamo divisi! Nessuno può andar via senza bomboniera! Scene da Oscar, senza dubbio!!!

Grazie, Grazie, Grazie a Tutti!

Ps: lo so, oggi è 27 e non 26, ma per motivi logistici abbiamo deciso di rimandare!

PPS: Unico neo? Non ce l’ho fatta ad uscire in bici stamattina! Anche se con il braccio dolorante…

 

La mia famiglia di carta

È passato un po’ da quando ho realizzato questo biglietto ma a volte i giorni volano e…
Ecco la mia famiglia! Ci siamo proprio tutti, nonni, fratelli, sorelle, cognati e pupe!
Mi son divertita un sacco e stancata un po’, non lo nego, ma son contenta del risultato!
Ps: ieri ho comprato due nuove fustelle e un “righello” per cerchi perfetti, non vedo l’ora di usarli!!
20140805-085036-31836959.jpg

20140805-085038-31838003.jpg