Il Menù della Vigilia

Quest’anno, per uscire in bici, ho iniziato a cucinare con 48 ore d’anticipo; e per iniziato, intendo che non mi sono fermata sino a sera, senza pause!

Ieri qui c’era una giornata splendida, sole, aria fresca, cielo limpidissimo. Abbiamo fatto una cinquantina di chilometri. Non sono stata molto soddisfatta, l’antibiotico mi fa sentire fiacca e le gambe proprio non vanno; in più troppa strada complica il mio rapporto con lo sterrato!

Tornata a casa, doccia, ultima spesa al volo, pranzo rapido e nuovamente ai fornelli per terminare giusto in tempo per la cena. Avevamo preparato un piccolo concertino con Sabrina al pianoforte – che brava, l’amore mio! – qualche canto, la nascita di Gesù Bambino e poi tutti a tavola! Ecco qui il mio menù!

Schermata 2017-12-25 alle 21.50.07

Soddisfatta di  tutti i risultati (o quasi) anche se, dato l’esiguo numero di ospiti, il frigorifero pullula di avanzi e rimasugli! (Anche se Mauro si è appena immolato finendo tre piatti di avanzi!)

Annunci

Programmi per la serata: cous cous, valeriana e mozzarella

Arriva quest’ora e inizio a pormi il problema: che preparo per cena? Voglia di sperimentare, di qualcosa di buono, di freschezza e sapore, voglia di tutto!
Poi c’è la bilancia, l’incubo di non prendere troppo peso, la necessità di trattenere il respiro prima di salire sperando di recuperare qualche grammo!
Ho cercato su internet ma non ho trovato soddisfazione, allora ho deciso: improvvisiamo. Insalata con cous cous, valeriana e mozzarella (di bufala è troppo?) con pesto di valeriana! Hissà, intanto suona così bene, da veri chef!

20130424-173038.jpg