CTRL-ALT-CANC

Una settimana da dimenticare.

Sintesi perfetta, non c’è molto da dire né troppo da aggiungere. Se potessi resettare tutto e ripartire sarebbe fantastico, ma purtroppo non ne ho il potere.

Martedì era  il mio compleanno. Con un po’ di dispiacere mi sono resa conto che senza FB nessuno si prende la briga di ricordare certe date (e lo dico io che sono una smemorata cronica); il fatto è che manca l’impegno, come con i numeri di telefono. Senza cellulare si allenava la memoria, ci si sforzava di ricordare a mente almeno i numeri più importanti; ora a malapena conosciamo il nostro (chiamare i pompieri? i carabinieri? e qual’è il numero? il codice del bancomat? un attimo che prendo il cellulare…) Pochi si sono ricordati del mio compleanno, ma poco male. Una cosa è certa, data l’evoluzione della giornata, posso dire a voce alta e con fermezza che ad oggi è stato il peggiore compleanno della mia vita. Il peggiore.

Due righe solo per sfogarmi, per ricordarmi che pur non essendo malata, è da martedì che non esco di casa, che non incontro nessuno all’infuori di mio marito (e quando c’è, dorme, quindi la sua compagnia è di poco superiore a quella delle bambole parlanti delle mie bimbe). Gioia infinita…speriamo almeno di riuscire ad uscire in bici, domani! Avevo comprato una maglia termica, un mese fa, e ancora non l’ho messa. Mi sa che porta sfiga! Se domani per un motivo X salta l’uscita, giuro che la butto!!

Lati positivi di questa settimana….beh, sono stata con le mie bimbe, e ultimamente ho trascorso poco tempo con loro; e ho ripreso in mano le perline. Ecco le mie ultime due creazioni!

Ieri poi, visto che le bimbe anche oggi non sono andate all’asilo, abbiamo deciso di costruire un lavoretto per la festa del papà. Ci siamo messe a dipingere bastoncini di legno….all’inizio divertentissimo, poi, dato anche il mio equilibrio mentale precario, ho iniziato a sclerare!!!

Ecco il risultato….fondamentalmente soddisfatta!!!

Spacchettando

Due righe e due foto anche sulle ultime creazioni, a dire il vero terminate da un po’ ma mai pubblicate per via del segreto – Natale.

Due braccialetti, due regali, dei quali a dire il vero sono molto soddisfatta (e spero lo siano anche le destinatarie!)

Ancora Auguroni!

Per non essere triste

In questi giorni le famose convocazioni per la fase C del fantastico piano nazionale di immissioni in ruolo…in questi giorni si compiono i miei ultimi giorni nelle mie classe e solo l’idea di comunicare ai ragazzi che andrò via, mi fa star male.

Alla faccia di concetti quali continuità, programmazione, pianificazione, serietà, a quadrimestre già inoltrato, si troveranno a cambiare facce, metodi, strategie. Poco male, ovvio, l’importante è aver evitato la multa dall’UE.

Mettiamo da parte lo sfogo esistenziale di una sfigata che verrà buttata come un fazzoletto usato per essere forse rimpiazzata da chi, a oltre 45 anni, non ha fatto mai un giorno di insegnamento, pensiamo a qualcosa di positivo.

Il bisogno di concludere, di creare mi ha portato finalmente ad ultimare un nuovo bracciale, iniziato qualche settimana fa ed accantonato in vista di una chiusura che mi convincesse. Alla fine mi sono buttata e ho utilizzato ciò che avevo raggiungendo un risultato che, a dire il vero, mi ha pienamente soddisfatta!

Tra i vari piccoli lavori con perline, questo è quello più complesso fatto sino ad ora, ma in fondo si sa, se non ci poniamo nuove sfide non ci divertiamo!