Una ventata di Carnevale

Sono giorni, anzi mesi che non scrivo.

Quest’anno è iniziato ricco di novità, di esperienze e di impegno e tra mille cose da fare ho messo da parte anche questo blog.

In realtà ci ho pensato mille volte, tante volte ho pensato di scrivere qualcosa perché in fondo scrivere fa bene, aiuta a riflettere, a rilassarsi, a comunicare con se stessi e con gli altri, a sentirsi vivi; ma…

Siamo ormai in chiusura del Carnevale e dopo aver festeggiato con un velo di malinconia l’ultimo giovedì, il famigerato Giovedì dei Cornuti, ho capito perché lo si chiama anche Grasso. Possibile che tutti i dolci di Carnevale siano fritti? Certo, ogni ricetta ammette placidamente che è possibile anche la cottura in forno, ma… provi un dolce fritto e c’è da leccarsi i baffi, lo provi al forno e potresti utilizzarlo per giocare a bocce. Non c’è giustizia!

Ieri in un paio d’ore ho sfornato (ops… fritto) dolci di Carnevale tanto che il tavolo della cucina sembrava una bancarella! Dopo averne fatti tanti, dopo l’odore dell’olio caldo e dello zucchero che impregnava ogni cosa e quel leggero senso di nausea, ero certa che non avrei provato neanche un dolce..ma mi sbagliavo! Sono stata molto soddisfatta dei risultati!!!

Chiacchiere, ravioli, dolci al fuso, nodini, fichette…che meraviglia…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...