Sabrina

Cara piccina, questa è una vera e propria lettera d’amore. Ti amo, anzi no, ti adoro.

Ti adoro da quando ti hanno posta nelle mie braccia; adoro il tuo sorriso, la tua pelle, il tuo profumo. Ogni volta che ti vedo, che ti osservo, magari di nascosto, mi riscopro più innamorata. La tua dolcezza, la tua sensibilità, la tua voglia di crescere…ti adoro e adoro anche questo, ma sai, sempre più spesso mi ritrovo preoccupata a pensarti pecora in un mondo di lupi. Non che tu sia una codarda, ovvio, ma sei dolce, sensibile; troppo sensibile. Fai discorsi da adulta e sei ancora una bambina, per te è impensabile alzare le mani, reagire con violenza alle provocazioni, e finisci per sembrare molto più debole di quanto tu non sia.

Sto facendo di tutto per non farti crescere da sorella maggiore, sto cercando di impegnarmi ogni giorno…è facile farla vincere a Cristina: due strilli, due moine e la vince sempre. Ti spingono a cedere…. “Dai, che è piccina“è una frase che, da sorella maggiore, ho sentito tante volte, ma nella quale non ho mai creduto.

Amore mio, ti guardo e vedo me…le mie passioni, la mia sensibilità, la mia fantasia, ill mio amore per colori fogli e libri, il mio modo di essere…ti osservo e ritrovo i miei mille difetti, la mia noia esistenziale, i miei sbalzi, le mie paure, il mio sentirmi sempre un po’ estranea da tutto e tutti, sempre un po’ fuori luogo..

Non voglio per te questo e non so come fare a cambiare le cose…in realtà non so se posso cambiare le cose; e il senso di impotenza mi annienta.

1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...